CORSI ATTIVI 2018

Livelli Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì
Formia Via Olivetani 23 Analfabeti 10 – 12 10 – 12 10 – 12 10 – 12 10 – 12
A1 – A2 15 – 17 15 – 17
B1 – B2 15 – 17 15 – 17
Gaeta Lungomare Caboto 524/526 B1 15 – 17
A2 15 – 17
B2 17 – 19

calendario corsi attivi, valido fino a giugno 2018

I nostri Corsi

1. Corsi di Prima e Primissima Alfabetizzazione

A chi si rivolgono
Ad adulti analfabeti o debolmente scolarizzati: immigrati o rifugiati e richiedenti asilo (RAR) ospiti di centri di prima e seconda accoglienza che non sanno leggere e scrivere in lingua madre e non hanno mai frequentato una scuola.

I gruppi-classe sono misti per genere ed età, composti di massimo 5-6 allievi, guidati da un insegnante con il supporto di un
tirocinante Ditals o volontario.
I materiali sono forniti dall’associazione e spesso arricchiti dai materiali auto-prodotti dagli allievi durante il percorso di apprendimento.

Come lavoriamo:
Adeguiamo l’organizzazione e la didattica ai diversi ritmi e stili d’apprendimento, alle motivazioni e all’età, tenendo conto innanzitutto della disposizione inesperta e quindi fragile alla pratica e allo sforzo dell’apprendere e del memorizzare.
Nel caso specifico degli apprendenti RAR, si impongono inoltre ristretti margini di tempo. Cerchiamo quindi di accelerare l’acquisizione riuscendo a condurli dall’analfabetismo integrale all’abilità di letto-scrittura in cicli didattici di 64 ore (v. progetto FAMI), lavorando sul doppio versante delle competenze e della motivazione.
competenze > trasmettiamo il “sapere la lingua” (le tecniche della letto-scrittura applicate a un vocabolario minimo e ricorrente) tanto quanto il “saper fare con la lingua”, accompagnando gli apprendenti verso le prime conquiste comunicative, di tipo funzionale, preferibilmente in gruppo: compilare e firmare un semplice modulo anagrafico, scrivere date e orari, numeri e prezzi, annotare un indirizzo e rintracciarlo nella mappa del quartiere, scrivere una lista della spesa ecc.
motivazione > affrontiamo la sfida interamente sul piano relazionale: nell‘incontro a due (insegnante-allievo o allievo-gruppo), il senso e l’uso si acquisiscono alla sola condizione che il campo sia sgombro dal giudizio e animato da una comunanza di interessi e destinazione, come in un gioco esplorativo tra compagni, a caccia di corrispondenze suono-segno, di assonanze e fraintendimenti, perché le lezioni abbiano del gioco la forma rassicurante e la forza coinvolgente.

 

2. Corsi di lingua (livello A1- C1)

A chi si rivolgono
A chi ha già acquisito competenze alfabetiche, nel paese di origine o in Italia, e distinguono gli apprendenti in relazione a sei livelli di conoscenza e di capacità d’uso, secondo la classificazione standard fissata nel Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue (QCER): livelli base – A1 e A2 / livelli intermedi – B1 e B / livelli elevati – C1 e C2.

I gruppi-classe sono misti per genere ed età, composti di massimo 5-6 allievi, guidati da un insegnante con il supporto di un tirocinante Ditals o volontario. I materiali sono forniti dall‘associazione e spesso arricchiti dai materiali auto-prodotti dagli allievi durante il percorso di apprendimento.

Come lavoriamo
Insegniamo a interagire in modo autonomo per vivere e lavorare, anche per chi progetta di trascorrere in Italia un breve periodo della propria vita. Ci riusciamo mettendo in relazione gli obiettivi linguistico-comunicativi a una serie determinante di variabili soggettive (la lingua madre, il grado di scolarizzazione, l’età, la motivazione e le necessità sociali e lavorative della vita attuale), ma soprattutto prestando ascolto a quelle priorità e quegli interessi di cui ciascun apprendente adulto possiede una precisa consapevolezza.
Al termine di ciascun corso, Insieme-Immigrati in Italia rilascia un attestato di frequenza e a partire dal livello A2 offre la possibilità di conseguire la certificazione CELI, riconosciuta anche all‘estero e valida in Italia per richiedere il permesso di lungo soggiorno.

vedi La Certificazione CELI

 

3. Corsi intensivi per minori

A chi si rivolgono
Organizziamo due tipi di interventi:
> Corsi intensivi di prima accoglienza e di alfabetizzazione linguistica: per minori neo-arrivati (NAI), che si inseriscono sia ad inizio che in corso d’anno scolastico
> Percorsi di sostegno nella comprensione dei linguaggi specifici delle discipline scolastiche: per alunni in Italia già da tempo

Perché sono utili
I corsi rispondono al bisogno prioritario dei minori stranieri di accedere al sistema di istruzione e di interagire con compagni ed insegnanti.
La prima emergenza è acquisire “una lingua per comunicare“, capire ordini e indicazioni, esprimere necessità e tratti di sé nel nuovo ambiente scolastico e relazionale.
In un secondo momento la richiesta si affina. Ciò che manca è “una lingua per imparare“, per sentirsi finalmente protagonisti di un percorso individuale e di classe, fino a rafforzare o acquisire le competenze di studio autonomo e dare così nuovo respiro all’autostima del minore.

Ma ben al di qua delle carenze linguistiche, comprendiamo la sua delicata esposizione in quanto soggetto doppiamente in transito, come ragazzo in crescita e come straniero. L’esperienza migratoria in un momento evolutivo vulnerabile complica infatti la ridefinizione della propria identità, la costruzione di nuove relazioni, di abitudini comunicative e interpretazioni del mondo. Diventa fondamentale allora riservare un’osservazione flessibile alle diverse dinamiche (affettive, cognitive, familiari, culturali), e condividerla con l’istituzione scolastica affinché insieme si sappia attendere e nutrire con nuovi metodi e sensibilità la riuscita del percorso di inserimento.

vedi Bambini e Ragazzi
4. Corsi per interessi specifici

A chi si rivolgono
Insieme-Immigrati in Italia organizza periodicamente corsi di apprendimento e sostegno linguistico per target vulnerabili.

> donne – in orari e in modalità che possano conciliarsi con i ritmi quotidiani familiari, ad esempio prevedendo servizi di baby-sitting durante le lezioni.
> genitori stranieri di minori in età scolare – per l’integrazione della famiglia nel territorio e la collaborazione con la scuola.
> allievi di corsi ad orientamento professionale – per la preparazione preventiva o parallela nel linguaggio specifico del settore (ristorazione, sartoria, ecc.).
> disoccupati – secondo moduli di orientamento al lavoro, bilancio delle competenze e costruzione di curriculum vitae.

vedi I Progetti Speciali