formazione docenti
formazione docenti

Calendario corsi DITALS Settembre – Novembre 2016

DITALS II

DITALS I

25 Settembre

2 Ottobre

9 Ottobre

16 Ottobre

23 Ottobre

30 Ottobre

6 Novembre

13 Novembre

20 Novembre

CALENDARIO
CORSI DI ORIENTAMENTO
AGLI ESAMI DITALS – 2017

Clicca per ingrandire

N.B. L’inizio dei corsi previsti a Gennaio è stato rinviato a fine Febbraio a causa di problemi tecnici

INSEGNARE ITALIANO A STRANIERI DIVENTA UNA PROFESSIONE

I corsi DITALS (Didattica dell’Italiano come Lingua Straniera) sono organizzati dall’Associazione Insieme – Immigrati in Italia in convenzione con l’Università per Stranieri di Siena e sono requisito per l’accesso agli esami di certificazione di I e II livello;
sono rivolti pertanto a tutti coloro che vogliono acquisire competenze certificate nell’insegnamento dell’italiano come seconda lingua: giovani diplomati e laureati per esperienze di lavoro all’estero, operatori in contesti multiculturali e docenti della scuola pubblica che lavorano a contatto con alunni stranieri.

Benché non ci sia un riconoscimento ufficiale, confidiamo che a breve si possa ritenere una professione certificata a tutti gli effetti viste le frequentissime occasioni in cui si richiedono le sue competenze.

Per questi ultimi si ricorda che la certificazione DITALS II, valutata 0,50 punti nell’ultimo concorso a cattedra del 2016, costituisce titolo di accesso per la nuova classe di concorso introdotta dal MIUR, la A-23, che ha come finalità l’insegnamento di Italiano L2 nella Scuola Secondaria di I e II grado e nei percorsi di istruzione per adulti, nonché nei Laboratori di Italiano L2 eventualmente presenti nelle scuole dell’infanzia e primaria.

CHI È IL DOCENTE DI ITALIANO PER STRANIERI?

È una figura con conoscenze e competenze precise non affiancabili ai docenti del sistema scolastico tradizionale.

Egli infatti:

• Conosce il funzionamento dell’italiano sul piano morfosintattico, fonetico e grafemico, lessicale e testuale: non basta essere madrelingua per poter insegnare la propria lingua.

• Conosce la cultura, lo stile di vita e le tradizioni dell’Italia proponendo questi aspetti in modo adeguato al livello di apprendimento degli studenti, ai loro interessi e alle loro caratteristiche psicologiche.

• Valuta, adatta ed utilizza i materiali didattici, sia quelli già disponibili (manuali), sia quelli che può reperire dal vivo (attività extra-scuola), proponendoli in relazione al livello, gusti, interessi, cultura degli studenti con cui si relaziona.

• Crea materiale didattico ad hoc utilizzando materiali provenienti da Internet, giornali e testi di varia natura, finalizzandoli ad un gruppo preciso di studenti.

• Giustifica dal punto di vista didattico le sue scelte: la conoscenza teorica dei metodi e metodologie glottodidattiche lo rende più consapevole delle scelte che opera.